Trasporto GRATUITO per ordini a partire da 99 Euro

CE 2163: facciamo chiarezza

Aggiornamento al 14/04/2021

Un articolo di Qui Finanza riporta l'elenco completo dei lotti e delle mascherine FFP2 sequestrate dalla Guardia di Finanza. Nessuna delle mascherine, né per marca, né per modello, né per lotto, rientra fra quelle distribuite e commercializzate dal nostro sito. 

Aggiornamento al 31/03/2021

A distanza di quasi 2 mesi dalla prima denuncia del fatto, nulla è emerso dagli organi ufficiali. Le mascherine, in special modo quelle FFP2, restano sempre il miglior mezzo di protezione contro il Covid e se acquistate sui canali ufficiali potete avere la certezza di un prodotto sicuro e certificato. 

Aggiornamento al 26/03/2021

In una intervista a "Il fatto alimentare", Filippo Trifiletti di Accredia cerca di far chiarezza sul caso CE 2163, anche se ancora non ci sono informazioni ufficiali. Ciò che si va delineando, comunque, è una situazione legata ad un uso fraudolento del marchio CE: “è probabile, come stanno dichiarando gli organismi coinvolti, che le mascherine in circolazione siano diverse dal campione esaminato dall’organismo. In ogni caso, l’utilizzo fraudolento del marchio è perseguito civilmente e penalmente, e sono in corso delle indagini che andranno a verificare le responsabilità. Al di là di questi episodi, occorre sottolineare che la marcatura CE resta un sistema efficace per tutelare i consumatori dell’Unione Europea, perché prevede una serie di interventi di soggetti diversi e indipendenti l’uno dall’altro.” sottolinea Trifiletti nell'articolo.

Le mascherine che proponiamo sui nostri canali di vendita sono prodotti che arrivano direttamente dal produttore o dai distributori autorizzati, arrivano con i certificati originali (che potete scaricare o richiederci) e riportano tutte le marcature di legge. 

Aggiornamento al 15/03/2021

E' arrivato un aggiornamento dell'ESF - European Safety Federation che potete verificare sulla pagina ufficiale dell'ente e che riporta un elenco con tutti gli enti certificatori sospetti. I prodotti da noi distribuiti non rientrano in alcun modo in tale elenco.

Aggiornamento al 14/03/2021

Abbiamo ricevuto nuove informazioni circa test di laboratori indipendenti effettuati su alcune delle mascherine in commercio con certificato CE 2163 che hanno restituito risultati discordanti: in alcuni i test sono stati superati, in altri no. 

Per tutelare i nostri clienti abbiamo dunque deciso di ritirare dalla vendita tutte le mascherine CE 2163 disponibili sul nostro sito in attesa di comunicazioni ufficiali in merito, anche se i prodotti che commercializziamo hanno certificati validi e perfettamente a norma.

Vi terremo informati su qualunque sviluppo in merito alla vicenda. 

Aggiornamento al 12/03/2021

Un Comunicato Stampa di Universal Certification conferma che le mascherine certificate 2163 sono conformi alle norme CE e smentisce le asserzioni senza fondamento sulla non conformità di tali mascherine pubblicate su alcuni giornali e riprese da vari media italiani.

Aggiornamento al 09/03/2021

Premettiamo che questo articolo è redatto sulla base dei fatti alla data del 09 Marzo 2021. Detto ciò il caso dell'ente di certificazione turco "Universal Uygunluk Degerlendirme Hizmetleri ve Tic. A.Ş.", meglio noto con il numero CE 2163 è al momento un "non caso": le accuse mosse sono generiche, non ufficiali e non imparziali.

Gli enti ufficiali preposti, NAS, Polizia Postale, Ministero della Salute, organismi dell'Unione Europea non si sono pronunciati (non ancora) in tal senso e in casi come questi è importante affidarsi solo alle fonti ufficiali.

Le verifiche, come riportato anche in questo nostro articolo, potete farle da voi stessi tramite i siti ufficiali, per esempio, della UE. A questo indirizzo trovate le informazioni ufficiali della Comunità Europea relative all'accreditamente di Universal Cert. Potete anche leggere, per maggior chiarezza, un articolo redatto da Accredia, l'Ente Italiano di Accreditamento, che offre utili indicazioni su come riconoscere una attestazione valida.

Inoltre vorremmo far chiarezza anche sulla bontà dei nostri prodotti. La conformità delle mascherine prodotte in serie "è responsabilità del produttore, come stabilito dalla Dichiarazione di conformità UE firmata dai produttori stessi" e i produttori da cui ci riforniamo hanno tutti una storia chiara alle spalle. Ulteriori verifiche vengono messe in campo da noi stessi nel controllo sia dei certificati che dei prodotti.

 

Fonte: Accredia

Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati