Perché pagare le spese di spedizione? Se spendi più di 99 Euro il trasporto è GRATIS!

Mascherine chirurgiche, FFP1, FFP2 ed FFP3: quali sono le differenze?

La semimaschera filtrante, comunemente detta mascherina, è un importante DPI (dispositivo di protezione individuale) che protegge la propria salute quando si lavora in ambienti ove siano presenti in aria aerosol e particelle di polveri sottili.

La mascherina è anche uno fra i più importanti dispositivi di protezione da virus che si trasmettono per vie aeree o tramite droplet (micro goccioline di saliva) come il corona virus Covid-19.

Esistono diverse tipologie di mascherine a seconda dell'utilizzo previsto.

Mascherine chirurgiche

La mascherina di protezione chirurgicha è nata per proteggere coloro che si trovano nelle vicinanze di chi la indossa. Esse impediscono la diffusione di schizzi di liquidi biologici che l'utilizzatore potrebbe diffondere per via orale: sono nate appunto per l'utilizzo in sala chirurgica.

Le mascherine chirurgiche sono monouso e hanno una durata della protezione che varia da tre a otto ore in base alle indicazioni del produttore. Esse sono generalmente molto confortevoli, disponibili in diverse taglie che si adattano al viso di chi le indossa.

mascherina chirurgica

Le mascherine chirurgiche devono necessariamente rispettare le normative che regolano la loro efficacia in termini di filtrazione batterica. In particolare la normativa europea EN 14683 divide queste quattro tipi:

  • Tipo I: efficacia di filtrazione batterica superiore al 95%
  • Tipo II: efficacia di filtrazione batterica superiore al 98%
  • Tipo IR: efficacia di filtrazione batterica superiore al 95% e resistenza alla proiezione (schizzi di materiale biologico che possono fuoriuscire dalle vie respiratorie)
  • Tipo IIR: efficacia di filtrazione batterica superiore al 98% e resistenza alla proiezione (schizzi di materiale biologico che possono fuoriuscire dalle vie respiratorie)

Mascherine FFP

Le semimaschere filtranti FFP o “Filtering Face Piece” aiutano a proteggersi dal respirare particelle invisibili che possono essere cancerogene, radioattive e/o lesive dell’apparato respiratorio anche a lungo termine ma non prevedono la protezione da vapore e/o gas.

La funzione delle mascherine protettive FFP è normata a livello europeo secondo la UNI EN 149:2009 "Dispositivi di protezione delle vie respiratorie - Semimaschere filtranti antipolvere - Requisiti, prove, marcatura". 

Le maschere filtranti sono suddivise in tre classi di protezione in funzione della capacità di filtraggio di particelle con dimensioni fino a 0,6 μm.

mascherina ffp

Mascherina FFP1

Le mascherine FFP1 proteggono da polveri atossiche e non fibrogene la cui inalazione non comporta lo sviluppo di malattie ma comunque può dare irritazione delle vie respiratorie e/o rappresentare un inquinamento da cattivi odori. 

Esse filtrano almeno l’80% delle particelle presenti nell’aria fino a dimensioni di 0,6 μm; possono essere utilizzate quando non viene superato di 4 volte il valore limite di esposizione occupazionale.

Esistono anche FFP1 tipo K che dispongono di un filtro di colore verde e che proteggono da ammoniaca e dai suoi dervati organici.

Mascherina FFP2

Le mascherine FFP2 proteggono da polveri, fumo, aerosol sia solidi che liquidi dannosi per la salute, particelle fibrogene a causa delle quali si possono avere irritazioni delle vie respiratorie oltre a problemi di lungo termine comprese alterazioni genetiche.

Esse filtrano almeno il 94% delle particelle presenti nell’aria fino a dimensioni di 0,6 μm; possono essere utilizzate quando non viene superato di 10 volte il valore limite di esposizione occupazionale.

Mascherina FFP3

Le mascherine FFP3 proteggono da polveri, fumo e aerosol solidi e liquidi tossici e dannosi per la salute, sostanze nocive cancerogene e radioattive e i microrganismi patogeni come virus, batteri e funghi.

Esse filtrano almeno il 99% delle particelle presenti nell’aria fino a dimensioni di 0,6 μm; possono essere utilizzate quando non viene superato di 30 volte il valore limite di esposizione occupazionale.

Queste mascherine offrono la massima protezione possibile dall’inquinamento con una perdita totale nel catturare le polveri non superiore al 5%.

Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati